.
Annunci online

kalle
l'equilibrista......... un cuore in bilico.......... tra ragione e amore...........


Diario


16 dicembre 2009

acqua azzurra acqua chiara

 

L'acqua del rubinetto è buona, super-controllata(a parte le componenti residue o derivate da farmaci per cui non esistono analisi ne limiti) , economica e amica dell'ambiente: ci martellano da tempo le campagne stampa. Peccato che nessuno ci ricordi che sia anche piena di cloro, il disinfettante più utilizzato fin dall''800 per eliminare i batteri dall'acqua potabile.
Eppure ci sono studi che evidenziano una pericolosissima correlazione tra presenza di cloro nell'acqua potabile e l'insorgere di malattie come cancro, arteriosclerosi, colesterolo, infarto.
Quando il cloro viene aggiunto all'acqua, esso si combina con i minerali presenti nell'acqua e forma sottoprodotti del cloro detti Trialometani (THM), che scatenano la produzione di radicali liberi nel corpo, causando danni cellulari e svolgendo col tempo un'azione cancerogena.
A detta del Consiglio Statunitense per la Qualità Ambientale (U.S Council of Environment Quality), il rischio di sviluppare un cancro nelle persone che bevono acqua con cloro è maggiore del 93% rispetto alle persone che bevono acqua senza cloro. I trialometani nell'acqua infatti, anche se in concentrazioni molto basse, sono una delle maggiori cause di tumori negli Stati Uniti (The Environmental Defense Fund).

Il cancro al seno, che colpisce una donna su otto negli Stati Uniti, è stato recentemente messo in relazione alla concentrazione di cloro nei tessuti del seno. E, da una ricerca condotta dall' Hartford Connecticut ,emerge che “le donne con il cancro al seno hanno livelli di sottoprodotti del cloro più alti della media dal 50% al 60% rispetto a donne senza tumore al seno”. Il problema non è il cloro in quanto tale, ma i sottoprodotti che esso forma a contatto con inquinanti e altre sostanze presenti nell'acqua (sostanze organiche, foglie, ramoscelli).


I possibili danni del cloro alla nostra salute erano noti fin dagli anni '60, tanto che il Dott. Joseph Price nel libro Coronaries/Cholesterol/Chlorine , dopo una serie di esperimenti sui polli, affermava che la causa numero uno di arteriosclerosi, attacchi di cuore e molte forme di infarto è il cloro contenuto nell'acqua domestica.

 

ABBIAMO DISTRUTTO UN SISTEMA CHE RIPULIVAL'ACQUA DA MILIONI DI ANNI.......

 

PRONTI A PAGARNE IL CONTO?

 

 




permalink | inviato da kalle il 16/12/2009 alle 12:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


12 dicembre 2009

reunion dei litfiba

 

SONO TORNATI........FINALMENTE!!!!!!!!

I Litfiba di Piero Pelù e Ghigo Rnezulli tornano insieme per un nuovo album e una tournee che li porterà sui palchi di Roma, Milano, Firenze ed Acireale nella prossima primavera. ''La voglia di salire su palco insieme e fare di concerti è inarrestabile!'', affermano Pelù e Renzulli, protagonisti di una delle più belle storie della musica rock italiana.

Una reunion che, a trent'anni esatti dalla nascita del gruppo e a dieci dall'addio del cantante, nasce da una forte esigenza artistica, che guarda al futuro e che rimane fortemente ancorata al proprio passato. Dopo una separazione a cui hanno fatto seguito anni di lento riavvicinamento, umano e artistico, Piero Pelù e Ghigo Renzulli torneranno insieme con quattro live 'potenti', frutto dell'esperienza raccolta in anni di concerti in tutto il mondo. Si comincia il 13 aprile da Milano, poi il 16 Firenze, il 19 aprile Roma e il 21 ad Acireale

http://www.youtube.com/watch?v=xbAlNdYnYRM


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. musica

permalink | inviato da kalle il 12/12/2009 alle 10:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


21 luglio 2009

orsi della luna

le vere bestie sono gli indifferenti.....

 

                                        video_orsi_luna.jpg

Le Fattorie della Bile

La storia delle "fattorie della bile" ha inizio negli anni '70, quando la specie animale degli orsi "della luna" diventa specie protetta perché in via d’estinzione.

8 settembre 2006 - Chiara Catapano (Animals Asia Foundation support group)

Avete mai sentito parlare di luoghi, chiamati "fattorie della bile", situati in Cina, Corea e Vietnam?

La loro storia ha inizio negli anni 70, quando la specie animale degli orsi detti_della luna, perché ornati di una splendida luna crescente bianca sul torace scuro, diventa specie protetta perché in via d’estinzione, dunque non più da cacciare nelle grandi foreste del continente asiatico. Siffatta specie da oltre tremila anni forniva un tradizionale medicamento, alla medicina cinese.
 

La bile d’orso infatti, è una sostanza terapeutica con proprietà antinfiammatorie e per ottenerla, gli orsi venivano da sempre cacciati. Non potendo più ammazzare gli orsi, ecco cosa si escogita: la messa in atto di "fattorie" evitando così lo sterminio e ottenendo una produzione infinitamente superiore di bile. Inizia da qui il calvario degli orsi della luna. Dopo essere catturati con trappole che spesso causano loro terribili mutilazioni, vengono chiusi in gabbie di ferro grandi quanto il loro possente corpo, che li immobilizzano per sempre, permettendo la "mungitura"della bile per ben due volte al dì con rudimentali cateteri conficcati perennemente nelle loro cistifellee.

Queste creature subiscono sofferenze inenarrabili, le loro membra si atrofizzano un po’ alla volta per l’immobilità assoluta e con un’agonia che può durare anche vent’anni, subiscono tali torture giorno dopo giorno, anno dopo anno, fino a morire per tumori o infezioni croniche prodotte dai cateteri conficcati nella carne.

Altri non ce la fanno: le infezioni, la sofferenza psichica, le deformazioni ossee date dalla pressione delle sbarre, le piaghe da decubito, la denutrizione li uccidono più rapidamente.. Ma la maggioranza di questi animali, molto resistenti, sopravvive per decenni a questa inaudita tortura Molti orsi vorrebbero porre fine alle atroci sofferenze suicidandosi, ma ciò gli viene impedito, segandogli i denti, strappandogli gli artigli, lasciando loro solo la possibilità d’impazzire a vita.

La storia del salvataggio degli orsi cinesi inizia nel 1993, quando una coraggiosa donna inglese di nome Jill Robinson si recò a visitare uno di quei luoghi conosciuti come "fattorie della bile". Mentre il proprietario del posto, mostrava orgoglioso al gruppo di visitatori la preziosa sostanza terapeutica, Jill si allontanò per scendere nella zona proibita: un seminterrato buio dove si trovavano gli orsi.
Una volta abituata alla oscurità, lo spettacolo che apparve ai suoi occhi, fu tremendo e cambiò per sempre la vita di questa donna: una ventina di orsi erano imprigionati in strettissime gabbie simili a bare. "Avevano il corpo pieno di piaghe e un catetere infilzato nell'addome: alcuni, resi pazzi dal dolore, sbattevano il cranio contro le gabbie fino a procurarsi orribili ferite; altri, si erano spaccati i denti mordendo il ferro. Dalle sbarre vidi spuntare una zampa gigantesca e, inconsapevole dei rischi che correvo, volli toccarla. Allungai la mano, l'orso me la strinse dolcemente. Allora gli promisi che sarei tornata e che l'avrei salvato".

Mantenere fede a questa promessa diverrà, da quel momento in poi il principale obiettivo della vita di Jill Robinson.
Nasce così, nel 1998 ANIMALS ASIA FOUNDATION. La Robinson, che ne è la fondatrice, inizia un lavoro febbrile di relazioni diplomatiche, negozia con i vari dipartimenti governativi cinesi per porre fine a questa pratica crudele; intanto apre a Chengdu un’oasi di salvataggio, cura e recupero degli orsi riscattati dalle fattorie.

Jill lavora anche in stretta collaborazione con medici tradizionali avversi all’uso della bile d’orso promuovendo la ricerca scientifica per diffondere l’uso della forma sintetica dell’acido biliare degli orsi, l’acido ursodesossicolico. Il 24 luglio 2000, Animals Asia Foundation, in una conferenza stampa tenuta insieme ai delegati del China Wildlife Conservation Association di Pechino e al Sichuan Forestry Department, annuncia la firma di un accordo per la liberazione di cinquecento orsi dalla loro vita di sofferenza nelle bear farms. L’accordo è sanzionato dal Governo centrale di Pechino. Con la sua associazione Jill sta tutt’oggi trattando con il governo cinese per ottenere il risultato massimo: la chiusura definitiva di ogni singola fattoria della bile entro il 2008, anno delle Olimpiadi.

Dall’ottobre del 2000 ad oggi 41 allevamenti in Cina sono stati chiusi e 205 orsi sono stati affidati alle cure di Animal Asia Fondation con ottimi risultati, anche se il progetto di liberazione degli orsi è ancora alle prime battute se si considera che in Cina ci sono ancora 208 allevamenti e che con il Vietnam e la Corea sono circa 10000 ancora gli animali in cattività.
Gli orsi arrivano al centro di salvataggio di Animals Asia Foundation in condizioni scioccanti: molti di loro hanno subito mutilazioni, tutti sono denutriti, piagati, con terribili infezioni all’addome, incapaci di reggersi in piedi, terrorizzati.
La prima urgenza è quella chirurgica: il ventre torturato e infetto deve essere subito operato e la cistifellea completamente asportata.

Poi, inizia il programma di fisioterapia e le cure con antibiotici, ricostituenti e cibo fresco. È commovente osservare come, nella maggioranza dei casi, il recupero di questi mansueti giganti sia rapido: basta qualche mese per osservarli mentre timidamente muovono i loro primi passi e tentano di giocare per la prima volta nella loro vita. .
Tutte queste operazioni naturalmente hanno un costo molto elevato anche se il centro non riceve alcun finanziamento pubblico: Jill può continuare a salvare gli orsi solo con l’aiuto dei privati, di tutti noi.
La fine della vergogna delle fattorie è appena iniziata, ma è una speranza che si fa realtà, dal momento che la fondazione si sta sempre più espandendo e in tutti i continenti si vanno formando gruppi di persone che dedicano parte del loro tempo e delle loro energie per cercare di ridare a queste martoriate creature la libertà ed il diritto ad una vita senza torture.
I gruppi sono impegnati a raccogliere fondi per ampliare l’ oasi di recupero affinché possa ospitare un numero di orsi sempre maggiore e promuovere azioni di salvataggio e di sensibilizzazione nel mondo asiatico. Si prevede, per il prossimo inverno, l’apertura di un centro si salvataggio in Vietnam pronto ad ospitare i primi 200 orsi liberati.
Ma non è possibile guardare all’Asia con orrore e chiudere gli occhi su tutti i massacri, le crudeltà ed i maltrattamenti che ogni giorno anche nel nostro "sensibilissimo" mondo occidentale vengono perpetuati ai danni degli animali. Gli orsi delle fattorie proprio perché un caso estremo, possono diventare un simbolo, il punto di partenza doloroso e sconcertante per una riflessione profonda e critica sulla modalità con cui tutta la così detta "società civile", gestisce il dominio e l’ utilizzo indiscriminato del mondo animale.

www.animalsasia.org/it




permalink | inviato da kalle il 21/7/2009 alle 11:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


19 aprile 2009

21/11/2006

una fredda data...per dare l'addio a questo mondo virtuale......

non leggerà nessuno...ma poco importa...la metto qui come ricordo....

ricordo di tutti gli amici che furono...alcuni andati via...altri spariti come inghiottiti dal nulla...senza salutare

 .......senza sapere....

una data che non dice tutto il vero,già da un pò di questo mondo non me ne fregava molto però è l'ultimo post a cui almeno ho dedicato del tempo)

pensavo di partire...che mi aspettasse un lungo viaggio....

ma poi.....una notte....

una di quelle che stranamente(capitasse più spesso)tutto sembra nitido....

capisci tutto...e forse nulla......ma almeno senti quello che devi fare.....

cos'è un uomo che cos'à?....se non ha se stesso non ha nulla........

così vado...perchè ho capito di essere arrivato....

il viaggio è finito......almeno questo......

ciò che dovevo capire spero di averlo capito....

ora mi riprendo sogni,speranze....ed anche illusioni......

ma più di tutto riprendo il mio io.....troppo schiacciato senza visi da guardare,profumi da sentire...

domani tornerò a fare quello che mi riesce meglio...

parlare(troppo)...e scrivere.......

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. adios

permalink | inviato da kalle il 19/4/2009 alle 21:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


13 agosto 2008

...................................................................

 

Amor eterno

Podrá nublarse el sol eternamente;

Podrá secarse en un instante el mar;

Podrá romperse el eje de la tierra

Como un débil cristal.

¡todo sucederá! Podrá la muerte

Cubrirme con su fúnebre crespón;

Pero jamás en mí podrá apagarse

La llama de tu amor.

 

(Gustavo Adolfo Bécquer)





permalink | inviato da kalle il 13/8/2008 alle 17:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


5 agosto 2008

meditate gente.............meditate..........

 Reuters - Mer 30 Lug - 18.57

ORLANDO, Florida (Reuters) - Coloro che già si preoccupano dell'arrivo sulle nostre tavole di cibi geneticamente modificati o derivanti da clonazione, potrebbero trovare presto sui banchi del supermercato nuovi prodotti che potrebbero far storcere loro il naso: i nano-cibi.alcune associazioni per i diritti dei consumatori che hanno preso parte questa settimana a una conferenza sulla sicurezza alimentare a Orlando, in Florida, hanno detto che alimenti prodotti con l'uso della nanotecnologia sono già entrati in commercio, e chiedono alle autorità statunitensi di costringere le industrie a informare adeguatamente i cittadini.

La nanotecnologia si avvale della manipolazione di materiali in scala molecolare, inferiore al diametro di un capello umano e invisibile a occhio nudo.

Le aziende che ne fanno uso sostengono che essa può accentuare il gusto e l'efficacia nutritiva dei cibi, e i responsabili sanitari statunitensi preferiscono non imporre un'etichettatura che avverta sulle proprietà dei prodotti, a meno che non ci siano evidenti rischi per la salute.

Ma le associazioni a difesa dei consumatori dicono che le incertezze sulle conseguenze che i nano-cibi possono avere sulla salute costituiscano da sole motivo di preoccupazione e giustificherebbero la presenza di cartellini informativi.

"Penso che la nanotecnologia sia la nuova ingegneria genetica. La gente semplicemente non sa che succede, e tutto cambia così velocemente", ha detto durante la conferenza Jane Kolodinsky, economista dei consumi all'Università del Vermont.

I consumatori americani sono generalmente più favorevoli ai cibi geneticamente modificati o clonati rispetto ai cittadini europei, ma Michael Hansen, scienziato della Consumer Union, afferma che i sondaggi mostrano che il 69% degli americani non si fida della carne clonata.

Nei focus group condotti dalla statunitense Food and Drug Administration, nessun genitore si è detto disponibile ad alimentare i propri bambini con carne proveniente da animali clonati o della loro progenie.

In una recente ricerca, condotta da Cbs/New York Times, il 53% degli americani ha detto che non avrebbe comprato cibi geneticamente modificati.

SCARSA CONSAPEVOLEZZA

Secondo Hansen la gente ha scarsa consapevolezza riguardo ai cibi prodotti grazie alla nanotecnologia, che secondo l'associazione consumatori Project on Emerging Nanotechnologies (Pen) entrano sul mercato a un tasso del 3-4% a settimana.

Tra i nano-prodotti di uso comune oggi possiamo trovare racchette da tennis ultraleggere e biciclette, creme solari che contengono una versione chiara di ossido di zinco e biossido di titanio, rossetti, calze, lavatrici e contenitori per i cibi.

Sulla lista di Pen ci sono tre alimenti: un marchio di olio di canola chiamato Canola Active Oil, un tè dal nome Nanotea e una bevanda dietetica al cioccolato, la Nanoceuticals Slim Shake Chocolate.

Secondo le informazioni fornite dalle aziende, pubblicate sul sito web di Pen, l'olio di canola, prodotto dalla israeliana Shemen Industries, contiene un additivo chiamato "nanodrop" che ha la funzione di condurre vitamine, minerali e fitochimici attraverso l'apparato digerente.

La barretta di cioccolato, secondo il produttore statunitense Rbc Life Sciences, viene fabbricata con "nano-cluster" sciolti nel cacao, che migliorano il gusto e i nutrienti del cacao senza dover ricorrere all'aggiunta di zucchero.

Per la produzione del tè, secondo quanto riferisce la cinese Shenzhen Become Industry & Trade Co., viene utilizzata la nano-tecnologia per "sprigionare efficacemente tutte le eccellenti essenze del tè" e migliorare di dieci volte "la funzione supplementare del selenio".

Hansen, la cui organizzazione pubblica la rivista non-profit Consumer Reports, ha detto che al momento non è previsto che i nano-prodotti vengano identificati come tali e ha chiesto maggiori regolamentazioni federali in tema di etichettatura e test.

"Il solo fatto che qualcosa sia sicura a livello macro, non significa che lo sia nelle dimensioni micro", ha detto Hansen. "Tutti gli scienziati sono d'accordo nel sostenere che le dimensioni contano".

Hansen ha aggiunto che recenti studi dimostrano che le micro particelle in alcuni casi possono invadere le cellule e compromettere il flusso sanguigno al cervello, e che alcuni tipi di nano-carbone possono essere dannosi quanto l'amianto se inalati in grandi quantità.


come al solito quando si conclude in una cagata una ricerca...la soluzione è semplice....basta non far saper nulla.......

meditate gente.............meditate..........






permalink | inviato da kalle il 5/8/2008 alle 15:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


25 luglio 2008

sogna ragazzo....sogna.......

 

Non sono niente.
Non sarò mai niente.
Non posso voler essere niente.
A parte questo, ho dentro me tutti i sogni del mondo.

Il mondo è di chi nasce per conquistarlo
e non di chi sogna di poterlo conquistare, anche se ha ragione.

Ho sognato di più di quanto Napoleone abbia realizzato.
Ho stretto al petto ipotetico più umanità di Cristo.
Ho creato in segreto filosofie che nessun Kant ha scritto.
Ma sono, e forse sarò sempre, quello della mansarda,
anche se non ci abito;
sarò sempre quello che non è nato per questo;
sarò sempre soltanto quello che possedeva delle qualità;
sarò sempre quello che ha atteso che gli aprissero la porta davanti a una parete senza porta,
e ha cantato la canzone dell'Infinito in un pollaio,
e sentito la voce di Dio in un pozzo chiuso.


 (f.pessoa)




permalink | inviato da kalle il 25/7/2008 alle 19:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 giugno 2008

amore..........




























l'amore non è amore

se cambia quando scopre un mutamento,

o tende a svanire quando l'altro s'allontana,

ho no!l'amore è un faro sempre fisso

che sovrasta la tempesta

e non vacilla mai,

l'amore non muta in poche ore o settimane

ma impavido restiste al giorno estremo del giudizio;

se questo è errore e mi sarà provato,

io non ho mai scritto,

e nessuno ha mai amato.

 




permalink | inviato da kalle il 22/6/2008 alle 13:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


11 aprile 2008

eroe(storia di luigi delle bicocche)...

 “Questa che vado a raccontarvi è la vera storia di Luigi delle Bicocche,
eroe contemporaneo a cui noi tutti dobbiamo la nostra libertà”

Piacere, Luigi delle Bicocche
Sotto il sole faccio il muratore e mi spacco le nocche.
Da giovane il mio mito era l’attore Dennis Hopper
Che in Easy Rider girava il mondo a bordo di un chopper
Invece io passo la notte in un bar karaoke,
se vuoi mi trovi lì, tentato dal videopoker
ma il conto langue e quella macchina vuole il mio sangue
..un soggetto perfetto per Bram Stroker
Tu che ne sai della vita degli operai
Io stringo sulle spese e goodbye macellai
Non ho salvadanai, da sceicco del Dubai
E mi verrebbe da devolvere l’otto per mille a SNAI
Io sono pane per gli usurai ma li respingo
Non faccio l’ Al Pacino, non mi faccio di pacinko
Non gratto, non vinco, non trinco/ nelle sale bingo/
Man mano mi convinco/ che io 

  sono un eroe, perché lotto tutte le ore. Sono un eroe perché combatto per la pensione
Sono un eroe perché proteggo i miei cari dalle mani dei sicari dei cravattari
Sono un eroe perché sopravvivo al mestiere. Sono un eroe straordinario tutte le sere
Sono un eroe e te lo faccio vedere. Ti mostrerò cosa so fare col mio super potere

Stipendio dimezzato o vengo licenziato
A qualunque età io sono già fuori mercato
…fossi un ex SS novantatreenne lavorerei nello studio del mio avvocato
invece torno a casa distrutto la sera, bocca impastata
come calcestruzzo in una betoniera
io sono al verde vado in bianco ed il mio conto è in rosso
quindi posso rimanere fedele alla mia bandiera
su, vai, a vedere nella galera, quanti precari, sono passati a malaffari
quando t’affami, ti fai, nemici vari, se non ti chiami Savoia, scorda i domiciliari
finisci nelle mani di strozzini, ti cibi, di ciò che trovi se ti ostini a frugare cestini
..ne’ l’Uomo ragno ne’ Rocky, ne’ Rambo ne affini
farebbero ciò che faccio per i miei bambini, io sono un eroe. 

sono un eroe, perché lotto tutte le ore. Sono un eroe perché combatto per la pensione
Sono un eroe perché proteggo i miei cari dalle mani dei sicari dei cravattari
Sono un eroe perché sopravvivo al mestiere. Sono un eroe straordinario tutte le sere
Sono un eroe e te lo faccio vedere. Ti mostrerò cosa so fare col mio super potere

Per far denaro ci sono più modi, potrei darmi alle frodi
E fottermi i soldi dei morti come un banchiere a Lodi
C’è chi ha mollato il conservatorio per Montecitorio
Lì i pianisti sono più pagati di Adrien Brody
Io vado avanti e mi si offusca la mente
Sto per impazzire come dentro un call center
Vivo nella camera 237 ma non farò la mia famiglia a fette perché sono un eroe.

sono un eroe, perché lotto tutte le ore. Sono un eroe perché combatto per la pensione
Sono un eroe perché proteggo i miei cari dalle mani dei sicari dei cravattari
Sono un eroe perché sopravvivo al mestiere. Sono un eroe straordinario tutte le sere
Sono un eroe e te lo faccio vedere. Ti mostrerò cosa so fare col mio super potere
(caparezza)




permalink | inviato da kalle il 11/4/2008 alle 11:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


28 febbraio 2008

la cosa.........

 http://www.youtube.com/watch?v=RdYQ7P2DaIo






«E' che l'Amore è una parola strana, vola troppo, andrebbe sostituita. Non sarebbe meglio chiamarlo "la Cosa"?! Potrebbe diventare più concreto. All'inizio io Gabriella l'amavo. Certo all'inizio ho 'sempre' amato. Voglio dire che ho avuto attimi intensissimi, che al momento sembra ti lascino segni profondi, importanti. Ma la Cosa non è questo. O meglio non è solo questo. La Cosa è trasformazione, percorso, crescita insieme. E' un patto di sangue stipulato da due persone, forse prima ancora dal Destino. La Cosa è l'Amore.. No, è un'altra qualità dell'amore. Una qualità che non rimpiange gli attimi, perché diventa la vita. [...] Ci sarà senz'altro il modo di fare la Cosa, altrimenti il nostro destino è quello di essere delle scorze di uomini, degli involucri, mai persone. Magari dei personaggi, simpatici, anche affascinanti. Mai persone. Ma se è così, l'Amore non sarà mai materia, terra, cosa. Sarà sempre una parola che vola, una farfalla che ti si posa un attimo sulla testa... e ti rende tanto più ridicolo quanto maggiore la sua bellezza...»(g. gaber)


come se a volte......servissero altre parole...




permalink | inviato da kalle il 28/2/2008 alle 12:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     luglio       
 
 




blog letto 43300 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE


l.equilibrista@yahoo.it

CERCA